“Hai visto le generose montagne siciliane coperte da vigneti.
Hai bevuto a Messina, a Palermo e sull’Etna; Catania ti ha riempito il calice”.
(Jan Andrzej Morsztyn, “Georgiche”, 1643-1644)

Questo cita Jan Andrzej Morsztyn circa quattro secoli fa ma, sapete quante storie e vicende hanno arricchito la cultura del vino e del gusto Siciliani? Tantissime e noi vogliamo coglierne i tratti salienti per voi palati avventurosi. Nella decisione preliminare di prenotare la tua vacanza nella Val Di Noto cerchi spesso un connubio Vacanza & Cibo perché sei a conoscenza del fatto che nella nostra bella isola fra Mare e Montagna esistono gusti e sapori unici.

Per cui Avola ti offre il piacere del relax in spiaggia sdraiato su un lettino con un calice di vino, giusto per fare una rima contemporanea.
E così sei anche tu uno dei 3 Italiani su 4 a sceglierci per il buon vino?
Se è così siamo sicuri che conoscerai lui, la perla dei Monti Iblei, il nostro orgoglio sua Maestà il NERO D’AVOLA.

Le sue origini sono rintracciabili intorno al XV Secolo e sembra sia stata una casata Modicana chiamata Calabresi a dargli vita.

Non farti illudere da storie false che ne inficiano la sua origine perché solo annusando il suo profumo molto pulito ti manda direttamente alla frutta matura di Sicilia come prugne e ciliegie ed infine alla frutta secca e spezie dolci, se assaggi il suo sapore caldo e la sua struttura potente rimani basito perché in realtà non è per questo pesante e sgarbato, e caro amatore del NERO D’AVOLA, se glielo chiedi ti potrebbe rispondere “SICILIANO SONO! ”.

Solo un consiglio spassionato: non esagerare!

Lo scorso Aprile è partito il tour mondiale del Nero D’Avola e la sua mamma Sicilia lo ha accompagnato nel suo viaggio con le migliori cantine che ospita la Val Di Noto.
Peccato però che non avrai mai potuto bere un buon calice di vino servito nella sua culla natale accompagnato da cibi scelti ad hoc per lui.

Come le cose più semplici ed uniche il vino si sposa benissimo con formaggi stagionati, carni rosse e bianche, con focacce caserecce cotte a legna.
Noi stasera berremo il Nero d’Avola abbinato alle impanate, ovvero pizze farcite di patate cipolle e ricotta salsiccia per citarne alcuni tipi.
Le polpette di riso e patate vanno a braccetto con un calice di Nero e la caponata di verdure e spezie Siciliane ci va a nozze!
Ti invitiamo a provare e forse a casa non vorrai più tornare.

Ci vediamo a tavola !

Condividi
Share
Share